WhatsApp Image 2020-11-09 at 13.00.55

Le Murge che corrono verso il mare...

Le distese di ulivi, mandorli, ciliegi e vigneti che rinfrancano la vista...

Il campanile di Palo del Colle (U Spione) che si erge sulla conca barese...

Già Plinio il Vecchio nel terzo libro della Naturalis Historia menziona i Palionenses quali antichi abitanti d’Apulia.

Siamo ad un crocevia di miti, dove ritroviamo Ercole, Giove, Giunone, Minerva...

Il tutto immerso in un mare verde argento di ulivi...

E’ qui, in questo contesto, che andiamo ad incontrare due donne: Rosalia e Beatrice.

Zia Beatrice che si fa ricettacolo della tradizione familiare e con forte carattere raccoglie lo scettro degli avi per poter condurre l’azienda agricola di famiglia.

Rosalia la nipote, farmacista sensibile al richiamo della natura, che torna prepotentemente ad impegnarsi alla valorizzazione e allo sviluppo dei frutti più preziosi della sua terra.

Insieme, intrecciando tradizione, innovazione e amore per la propria terra, hanno accettato la sfida dell’agricoltura biologica, facendone il proprio fiore all’occhiello.

Ridando vita alla storia, alle radici e alle ricchezze di questo territorio, amando e rispettando la natura, è nato l’olio extravergine di oliva biologico


ROSALIA e BEATRICE